sabato 23 luglio 2016

Rossetti Antos Cosmesi: recensione, swatches e applicazione. | Il Mondo di Ciulla |

L'avrete capito ormai, che nel week-end cerco anche di dedicarmi il più possibile al blog: ma le giornate sono fatte solo da 24 ore e non avendo ferie, sono gli unici giorni della settimana in cui posso dedicarmi ad amici, famiglia, svago e cose che non riesco a fare durante la settimana lavorativa.
Nonostante il periodo FAIL che ho passato in queste ultime settimane, per cose che non sto qui a raccontarvi, ho riprendo il controllo della mia vita e del mio cervello e sto meglio.
Quale modo migliore di tornare (sporadicamente eh, non vi prometto più cose che non posso mantenere), se non con dei rossetti?!?!
Come vi dico da 5 anni ormai, io a 14 anni ho voluto il mio primo rossetto rosso: e li è stato l'inizio della fine. E' una vita che non conto i rossetti che posseggo, ma ho sforato il centinaio già da parecchio tempo: quindi, quando il mio caro amico Gian Luca di Antos Cosmesi mi ha contattata per farmi provare un tester della linea che sarebbe poi uscita un anno dopo, non ho potuto che acconsentire.
Questo per farvi capire quanto lavoro e studio c'è dietro ogni singolo prodotto: non è cosa semplice creare prodotti nuovi, che sposino la filosofia che adottiamo, ma soprattutto che comunque soddisfino anche il lato qualitativo, che risulta essere quello più importante alle fine dei giochi.
Altra premessa che mi sembra doverosa fare:  anche se ho ricevuto in regalo questi rossetti, non ci andrò leggera, sia perché Gian Luca è già al corrente del mio pensiero, sia perché mi sembra più che doveroso fare delle considerazioni.
 Partiamo ad analizzare il packaging, cosa che ha sempre diviso la clientela sui prodotti Antos: c'è chi non fa caso a queste cose, chi invece lo mette tra i fattori che possono influire sull'acquisto di un prodotto o meno.
Antos Cosmesi, stavolta ha lavorato anche sul packaging: che risulta appunto molto grazioso alla vista, ma anche molto solido qualitativamente.
Il bullet è prodotto con una plastica che ha derivazione vegetale, quindi è biodegradabile: ma la cosa che sicuramente colpisce, se siamo abituati all'essenzialità dei pack che Antos Cosmesi ci propone, è sicuramente la grafica che seppur minimal è comunque molto graziosa.
I pois verdi coprono tutto il bullet dei rossetti ed oltre al logo del marchio, abbiamo una frase che ogni persona dovrebbe sempre tenere a mente "..ed ora sorridi e sii felice.."; cosa che ho apprezzato tantissimo. 
Il meccanismo che fa comparire il prodotto, funziona alla perfezione in ogni bullet, anche a distanza di mesi: cosa da non sottovalutare, perché ho un paio di rossetti molto costosi (Chanel maledetta parlo di te) che sono diventati quasi inutilizzabili perché non viene più su il prodotto in modo consono.
Il tasto dolente, purtroppo, sono le colorazioni: tra le 6 proposte ne salvo 3 ma con qualche riserva, mentre le altre 3 non riesco a capire come possano donare al 95 % della popolazione.
Non utilizzerò mezzi termini, ma purtroppo 3 colori non li utilizzo e non li utilizzerei mai: oltre ad essere molto poco democratici, li trovo così antichi e non penso possano stare bene a più di 5 persone sulla faccia della terra.
Il peggiore dei 6, sempre per il mio parere personalissimo, è Angelina: ma purtroppo, noto con estremo dispiacere,  che questi rossetti rosa barbie lattiginosi vanno ancora di moda, perché anche solo nel mio ufficio ho due persone che si ostinano a comprarli e metterli.
Il fattore che tampona un pochino la situazione, è sicuramente la texture molto sheer ed idratante: se Angelina però avesse avuto la coprenza di Vulcano avrei sicuramente ribaltato la scrivania.
Gli altri due colori, decisamente no, sono Ballerina e Miele, che oltre evidenziare anche la minima imperfezione sulla superficie delle labbra, trovo siano due colorazioni troppo chiare e poco valorizzanti: anche se come vi accennavo, la texture gioca un pochino a loro favore, perché sono estremamente modulabili e idratanti.
Bacio di Dama è un colore che può adattarsi su diverse persone, ma anche lui fa il giochino dei fratelli più chiari: ovvero quello di evidenziare un pochino le pellicine che magari ad occhio nudo e labbra struccate non notate.
Ma come sapete, un paio di volte a settimana, se siete frequenti utilizzatori di prodotti labbra, è sempre bene esfoliare la zona ed idratarla a dovere per prevenire questi piccoli inconvenienti che risultano poi antiestetici.

Fragore è decisamente più pigmentato di tutti gli altri che vi ho appena nominato, ed è un bel fucsia freddo stratificabile e che può essere reso più vivace applicandolo su una matita analoga per amplificarne il colore.
Infine troviamo Vulcano, preferitissimo e il più utilizzato da me tra tutti i colori proposti: è un rosso medio, freddo e fragoloso, ma che risulta bello pieno e coprente: leggermente più asciutto è quello che insieme a Bacio di Dama, si aggrappa meglio alle labbra.
Come vedete nel collage che segue, le prime tre colorazioni fanno uno stacco terribile con il mio colorito (anche Fragore e Vulcano se vogliamo essere pignoli): ma Angelina più di tutti, rende la pelle grigissima e spenta e si nota tutto il bianco che ha dentro, vista la sfumatura quasi celeste che dona alle mie labbra! 
Tutti i rossetti sono stati applicati con uno strato abbondante perché le mie labbra sono mediamente pigmentate e ci vuole un pochino per coprirle, ma come vedete nessuno dei colori fa strato o comunque rilascia striature di prodotto.
La profumazione è molto delicata e semi dolciastra: a me ricorda molto le caramelle mou con una punta di vaniglia, ma rimane poco prepotente e soprattutto evapora a pochi minuti dall'applicazione.
La texture quindi, come vi ho accennato, non è uguale per tutti: sono sicuramente poco coprenti (ad eccezione di Fragore e Vulcano), ma nascono proprio per essere rossetti emollienti e dalla facile stesura ed applicazione.
In un'era in cui il super opaco è ormai all'ordine del giorno, ci siamo dimenticati la bellezza delle labbra un pochino glossy e lucide.
Se non amate l'effetto lucido, comunque esso scompare con il passare delle ore diventando leggermente più opaco: questo è dovuto dagli oli che nutrono la pelle e che quindi penetrano in profondità lasciando spazio al pigmento che ormai ha aderito alle labbra.
La durata, per quanto riguarda la fila in basso (con i primi tre non ho mai avuto coraggio ad uscirci, mi dispiace veramente ma non ce l'ho fatta) è stata alquanto sorprendente: Vulcano lo metto tranquillamente la mattina alle 5.30 e lo strucco alle 15 quando torno a casa da lavoro.
Come sapete, facendo la postina, sono in motorino la maggior parte del tempo: parlo a manetta per 5 ore con la gente in giro, bevo parecchio e non ho mai riscontrato problemi con questo colore.
Bacio di Dama invece, rimanendo più trasparentino in partenza, tende a svanire più in fretta, ma per ogni colore che ho provato e che indosso, ho riscontrato che anche quando vengono struccati tingono comunque un po' le labbra.
Cosa che mi ha lasciata sicuramente entusiasta vista la formulazione naturale, arricchita con oli e burri vegetali che comunque non rendono questi rossetti sbrodolosi o scivolosi sulla pelle.











Concludendo, trovo questi rossetti molto validi nel campo della cosmetica naturale: anche se 3 colorazioni potrebbero anche togliere dal commercio, Vulcano, Fragore e Bacio di Dama sono tre colori sicuramente non imperdibili eh, ma comunque interessanti nella loro texture, performance e formulazione.
Meno male che Mister Antos sta lavorando a nuove colorazioni, sicuramente più glamour e accattivanti: speriamo solo non ci faccia aspettare troppo perché voglio mettere le zampe su un colore che ha scritto il mio nome sopra!
Il prezzo sul sito ufficiale è di 7.50 € e vi ricordo che avete anche un piccolo sconto cliccando qui .
Voi li avete provati? Li comprereste?
Alla prossima,
Giulia.

5 commenti:

  1. La penso esattamente come te!
    Ps:anch'io aspetto con ansia le nuove colorazioni. 😊

    RispondiElimina
  2. Non potrei essere più d'accordo con quello che hai detto sulle colorazioni! :) Spero ne propongano presto di nuove perché, da quello che leggo, la formula potrebbe piacermi!

    RispondiElimina
  3. Ahah, tesoro, menomale che ho letto il tuo articolo prima di scegliere uno dei colori. A dire il verso sulle labbra non sono così meschini tesoro. Sono abbastanza discreti, mentre a vederli sugli swatch alcuni orrore �� Bacio di dama e vulcano sono molto belli.

    RispondiElimina
  4. io Angelina lo userei come blush... su di te no, temo sia troppo freddo, ma su di me sicuro XDDDDDDD
    io ai tempi non me la sono sentita di accettare questi rossetti , ora che la mia posizione è più tranquilla sto meditando di acquistare uno tra Vulcano e Fragore per vedere come sono su di me... ma non riesco a decidere quale XDDDDD

    RispondiElimina
  5. Effettivamente la scelta colori è stata un po' infelice. L'unico che su di me starebbe è Vulcano, forse Bacio di Dama sulle mie labbra risulterebbe mlbb. Aspetto anche io i nuovi colori e speriamo bene!

    RispondiElimina

Ciao lettore,
mi fanno piacere i commenti costruttivi, inerenti al post che stai commentando ma in primis educati.
Se lasci firme con link di rimando ad altri tuoi canali, ti invito a risparmiarti la fatica, perchè verranno tempestivamente cancellati. In questo blog non si lasciano messaggi di SPAM, passo sempre a trovare che viene a trovarmi.
Buona permanenza,
Ciulla.